ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bande armate insanguinano l'Iraq, quasi 700 morti in un mese

Lettura in corso:

Bande armate insanguinano l'Iraq, quasi 700 morti in un mese

Dimensioni di testo Aa Aa

Il conflitto interconfessionale tra sunniti e sciiti rischia di far precipitare l’Iraq nella guerra civile siriana.

È di 12 morti il bilancio della strage del Ramadan, portata a termine con una serie di attentati contro quattro moschee sunnite.

Una scia di sangue che si estende da sud a nord, dove oggi 9 poliziotti sono stati uccisi da un gruppo armato.

Sono quasi 700 le vittime delle violenze religiose nel solo mese di luglio, in un Paese dove in molte aree l’autorità cede il passo alle bande armate.

Almeno 500 detenuti, molti dei quali appartenenti ad Al Qaeda, sono riusciti a fuggire dalla prigione di Abu Ghraib lunedì scorso, al termine di un assalto rivendicato dal gruppo terroristico e che ha lasciato sul terreno 41 morti.

Sono più di 2.500 le persone uccise in Iraq dall’inizio dell’anno.