ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hezbollah, l'ala militare nella lista di terroristi dell'Ue: "È il momento della verità"

Lettura in corso:

Hezbollah, l'ala militare nella lista di terroristi dell'Ue: "È il momento della verità"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il braccio armato di Hezbollah è finito nella lista nera delle organizzazioni terroristiche dell’Unione Europea. Accordo politico raggiunto tra i 28 ministri degli Esteri nel corso della riunione del Consiglio a Bruxelles.

L’Europa ha voluto lanciare un messaggio preciso al movimento sciita libanese, come spiega Linas Linkevicius, il ministro degli Esteri della Lituania, Paese con la presidenza di turno del Consiglio Ue: “Non possiamo chiudere gli occhi e permettere che si crei un precedente che finisce col rendere possibili atti terroristici come quello in Bulgaria e Cipro o azioni come quelle portate avanti da questo movimento in Siria. È giunto proprio il momento di dire la verità.”

Tra i principali sostenitori della misura c‘è il Regno Unito che ha già messo al bando a livello nazionale l’ala militare di Hezbollah. “L’Europa preserva l’apertura al dialogo politico col movimento – sottolinea il capo della diplomazia britannica, William Hague – continueremo il nostro lavoro per la stabilità del Paese. Il Regno Unito sta facendo molto, contribuendo ad aiutare le forze armate libanesi per mettere in sicurezza le frontiere.”

Ruolo decisivo della Bulgaria con prove alla mano del coinvolgimento di Hezbollah nell’attacco terroristico di Burgas che un anno fa costò la vita a cinque turisti israeliani e all’autista del loro pullman.

La distinzione tra le due anime, una militare e l’altra politica del movimento sciita libanese, sarà il maggiore ostacolo nell’applicazione della normativa come evidenzia Efi Koutsokosta, la corrispondente di euronews a Bruxelles: “Bisogna ancora capire come avverrà il congelamento dei beni delle organizzazioni associate al gruppo dato che non esiste una vera distinzione al suo interno.”