ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Coesione nazionale: il primo passo (giusto) di Re Filippo

Lettura in corso:

Coesione nazionale: il primo passo (giusto) di Re Filippo

Dimensioni di testo Aa Aa

Come ci si deve sentire quando arriva il momento che si è atteso per tutta la vita… L’abbraccio tra Alberto II e Filippo è stato l’apice di una giornata carica di emozioni. Nella redazione del quatidiano belga ‘Le Soir’ abbiamo cercato una chiave di lettura per l’avvio di questo nuovo regno.

“E’ stato un discorso nel solco della tradizione ma con un tocco personale” ci spiega Martine Dubuisson, esperta della corona. “Re Filippo ha insistito sulla volontà di lavorare assieme, si è dimostrato aperto verso tutti, i politici in particolare poi i cittadini ribadendo lavorerò accanto a voi. Tra i piccoli tocchi personali l’omaggio molto sentito alla sua sposa la principessa Matilde, citata in maniera ufficiale ma alla quale in modo molto personale si è rivolto dando del tu, un fatto raro nel discorso del Re. Nel suo primo discorso in Parlamento” continua Dubuisson “ha mostrato un certo entusiasmo, la volontà di assolvere il suo compito e impegnarsi a fondo. Se è pronto? Non si può essere più preparati di lui: sono 30 anni che attendeva. Il punto è piuttosto quale sia il suo livello di competenza, ma ora potrà darne prova”.

La nostra corrispondente a Bruxelles Audrey Tilve: “Nonostante il dibattito sulla monarchia, riemerso nelle ultime settimane, malgrado tutti gli interrogativi su Re Filippo, questo nuovo Regno si apre all’insegna della coesione nazionale. E per il Belgio non è cosa da poco”.