ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bulgaria: 38esimo giorno di protesta contro il Governo

Lettura in corso:

Bulgaria: 38esimo giorno di protesta contro il Governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Niente sembra poter fermare la protesta in Bulgaria, che ha ormai oltrepassato le cinque settimane di manifestazioni continue.

Il premier, il socialista Plamen Oresharski, ha recentemente detto di non poter accontentare chi gli chiede di dimettersi, perché il Paese piomberebbe nel caos.

La protesta ha avuto inizio il 14 giugno, dopo la nomina di un controverso magnate della televisione, Delyan Peevsky, a capo dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale. Quella nomina è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, in un Paese già pesantemente colpito dalla crisi economica e dai tagli.
La revoca di quel provvedimento non ha fatto cessare la protesta. Anche se ora c‘è pure chi manifesta per chiedere la fine delle manifestazioni. Un paio di giorni fa, a capo della sicurezza nazionale, è stato nominato Vladimir Pissancev, con ventennale esperienza nelle forze dell’ordine ma al centro cinque anni fa di uno scandalo su intercettazioni illegali di giornalisti, parlamentari e imprenditori.