ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prime condanne per il naufragio della Costa Concordia

Lettura in corso:

Prime condanne per il naufragio della Costa Concordia

Dimensioni di testo Aa Aa

Arrivano le prime condanne per il naufragio della Costa Concordia, costato la vita a trentadue persone. Accolti i patteggiamenti richiesti, a Grosseto sono state inflitte pene tra 1 anno e 6 mesi e 2 anni e 10 mesi ai due ufficiali, all’hotel director, al timoniere e al capo dell’Unità di Crisi di Costa Crociere, Roberto Ferrarini, per lui la pena più alta.

Accusato di omicidio colposo plurimo, disastro colposo e abbandono di nave, l’unico imputato resta ora il comandante Francesco Schettino, che si è visto rifiutare in prima istanza il patteggiamento, su cui il giudice dovrà esprimersi nelle prossime udienze del processo.

Il naufragio avvenne il 13 gennaio 2012 al largo dell’isola del Giglio. A bordo della Costa Concordia vi erano più di 4.000 persone. Trentadue i morti, due corpi non sono ancora stati trovati.