ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: fallito il negoziato per grande coalizione, ora decide il Presidente

Lettura in corso:

Portogallo: fallito il negoziato per grande coalizione, ora decide il Presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Crisi ancora aperta in Portogallo, dopo l’annuncio del fallimento dei negoziati per un governo d’unità nazionale, dato dall’opposizione socialista.
Il governo era passato indenne giovedì in Parlamento da una mozione di sfiducia, ma il Presidente aveva chiesto una coalizione allargata ai socialisti per dare garanzie ai creditori, che devono sbloccare la prossima tranche del prestito da 78 miliardi di euro.

“Nelle scorse settimane abbiamo fatto tutto il possibile per proporre soluzioni realistiche ai gravi problemi che affliggono i portoghesi, le famiglie e le imprese – ha spiegato il leader socialista -: malgrado questo, i partiti della maggioranza non hanno fatto un passo per un governo di salvezza nazionale. E questo dimostra che abbiamo due visioni diverse e alternative per il nostro Paese”.

La crisi si era aperta all’inizio del mese con le dimissioni di Vitor Gaspar, Ministro delle Finanze, e poi di Paulo Portas, Ministro degli Esteri e leader del secondo partito di coalizione, che contestava l’eccesso di rigore. Crisi poi rientrata, ma il Presidente aveva chiesto un rafforzamento dell’esecutivo, aprendo la coalizione ai socialisti. Fallito il negoziato, ora tocca proprio al Presidente, Anibal Cavaco Silva, decidere il seguito. La soluzione più probabile è che accetti il dato di fatto, e quindi un proseguimento del governo attuale.