ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Russia, Navalny: sindaco uscente contento della scarcerazione


Federazione russa

Russia, Navalny: sindaco uscente contento della scarcerazione

La scarcerazione di Alexei Navalny ha stupito molti, in Russia e non solo: c‘è chi vi vede una reazione, una sorta di sconfitta del potere di fronte alle proteste dopo la condanna.

Perché, per quanto limitate, sono proteste dopo una sentenza, ben diverse da quelle sul quadro politico generale.

Il sindaco di Mosca, comunque, si dice contento di poter avere Navalny come rivale alle prossime elezioni:

“Abbiamo lavorato molto per dare ai moscoviti la più ampia scelta possibile, e per registrare regolarmente tutti i candidati a sindaco, compreso Navalny. Quindi penso che si debba consentire a tutti i candidati di completare la loro campagna elettorale”.

Soddisfatta del rilascio di Navalny, e convinta che il blogger sia ormai alla vigilia di un’ascesa inarrestabile, è la più nota delle militanti d’opposizione, Lyudmila Alexeyeva:

“È la prima volta che nel nostro Paese la gente scende in strada dopo la lettura di una sentenza, non solo a Mosca e San Pietroburgo, ma anche in molte altre città. È la prima volta nella storia. Non era mai successo”.

Il Cremlino si è, per il momento, astenuto da ogni commento: le decisioni della giustizia, ha detto un portavoce, devono essere rispettate. La vicenda della condanna di Navalny riguarda la giustizia e non la politica, secondo il portavoce della Presidenza.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

No all'inceneritore, in 10mila protestano a Canton