ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Australia-Papua Nuova Guinea: accordo per scoraggiare l'immigrazione

Lettura in corso:

Australia-Papua Nuova Guinea: accordo per scoraggiare l'immigrazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Lotta all’immigrazione clandestina tra i temi principali delle prossime elezioni australiane, e il neo-premier Kevin Rudd, che ha da poco sostituito Julia Gillard e tra poche settimane guiderà i conservatori in cerca di un’improbabile rimonta, punta a dimostrare l’attivismo del suo governo.
Insieme al premier di Papua Nuova Guinea, Peter O’Neill, Rudd ha presentato l’accordo appena sottoscritto:

“Dora in poi, i nostri governi vogliono far sì che il messaggio sia inteso forte e chiaro dai trafficanti di esseri umani in giro per il mondo, e da quei criminali in Australia che li supportano: le speranze che loro vendono ai loro clienti non sono altro che false speranze”.

L’accordo, sottoposto a revisione annuale, stabilisce che i richiedenti asilo non vengano più accolti su territorio australiano: se la loro richiesta verrà ritenuta valida, saranno reinsediati in Papua Nuova Guinea, Paese che in cambio ottiene una serie di aiuti economici. In questo modo, l’Australia si rende meno attraente e spera di far diminuire i boat people: più di 14.000 lo scorso anno, con oltre 240 annegati.