ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Only God forgives" sbarca negli Usa tra attese e polemiche

Lettura in corso:

"Only God forgives" sbarca negli Usa tra attese e polemiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Ryan Gosling ritorna sugli schermi dopo il successo di “Drive” rinnovando il sodalizio artistico con il regista Nicolas Winding Refn.
In “Only God forgives” (“Solo Dio perdona”) l’attore canadese impersona Julian, gestore di un club di boxe thailandese a Bangkok.
Sua madre a capo di un’organizzazione criminale sbarca dagli Stati Uniti per rimpatriare il corpo del suo figlio prediletto Billy ucciso dopo aver eliminato una prostituta. Julian viene incaricato di scovare gli assassini.

In Italia il film è già uscito in sala. Non cosi negli Stati Uniti. La troupe al gran completo ha partecipato alla prima newyorkese.

Gosling spiega:

“Non è un ruolo tradizionale il mio, voglio dire, Julian non ha passato, non ha futuro. Non si puo’ interpretare facendo lo stesso lavoro che si fa normalmente per altri ruoli. E’ il rivelatore di un universo quello creato da Nicolas Winding Refn”“

Il film ultraviolento e quasi privo di dialoghi ha diviso pubblico e critica.

Kristin Scott Thomas che nel film ha il ruolo della madre di Julian precisa:

“ Il film non vuole piacere a tutti i costi. E’ come un viaggio. Si deve decidere se farlo oppure no.Partecipare a questo progetto è stato elettrizzante. Non ci sono cose simili in giro. La maggior parte delle pellicole vogliono piacere, propongono la stessa cosa. Ma questo film è diverso”.

Al Festival di Cannes il film era stato fischiato da una parte del pubblico. La critica lo aveva preso di mira. Cosa ha imparato dalle critiche Winding Refn?

“ Cosa ho imparato? Non molto se non che in fondo è meglio non dare peso a quello che la gente pensa di te”.

Immagini molto sofisticate, colonna sonora ricercata “Only God Forgives” ora proverà a conquistare gli Stati Uniti facendo leva sull’appeal di Gosling ormai star planetaria