ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi dei PC contagia i produttori di chip

Lettura in corso:

La crisi dei PC contagia i produttori di chip

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi dei computer tradizionali contagia i produttori di microprocessori. Nel secondo trimestre Intel, il maggior produttore mondiale di chip per i PC, ha registrato un calo degli utili del 29% nel raffronto anno su anno, a circa due miliardi di dollari. Per il 2013 il gruppo statunitense si attende ricavi invariati rispetto al 2012, mentre in precedenza aveva previsto una lieve crescita.

IBM invece ha chiuso il secondo trimestre con ricavi per 24,92 miliardi di dollari, in contrazione del 3,3% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Per l’anno fiscale 2013, IBM si aspetta profitti per almeno 16,90 dollari ad azione, in rialzo rispetto a quota 16,70 prevista precedentemente. La buona performance sembra premiare il piano di ristrutturazione dell’azienda che però ha comportato importanti tagli di personale.