ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Acqua nel casco di Parmitano, ancora incerte le cause dell'incidente

Lettura in corso:

Acqua nel casco di Parmitano, ancora incerte le cause dell'incidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Ventiquattro ore dopo i momenti di apprensione che si sono avuti nel corso dell’attività extraveicolare di Luca Parmitano, alla Nasa si cerca di capire cosa è successo alla tuta indossata dall’astronauta.

Una perdita di acqua penetrata nel casco ha costretto ad interrompere quella che sarebbe stata la seconda passeggiata spaziale di un astronauta italiano.

“Dalle spiegazioni fornite dall’equipaggio, pensiamo che sia improbabile che l’acqua provenisse dalla sacca per bere – ha detto Karina Eversley responsabile dell’agenzia spaziale statunitense – Voglio aggiungere che non sappiamo ancora da dove provenisse quell’acqua. L’indagine in corso servirà a comprendere la causa”.

‘‘Sono sano… come un pesce’‘ ha scherzato su Twitter Parmitano, il quale racconta che non poteva sentire niente e non riusciva a comunicare con i suoi colleghi.

La rottura improvvisa del serbatoio che contiene l’acqua potabile per le attività extraveicolari non si è mai verificata nelle precedenti 170 passeggiate spaziali.