ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto. Degenera in scontri la protesta pro-Morsi

Lettura in corso:

Egitto. Degenera in scontri la protesta pro-Morsi

Dimensioni di testo Aa Aa

Una settimana appena di manifestazioni pacifiche. Le proteste violente tornaro per le strade del Cairo. Le forze dell’ordine hanno fatto ricorso ai gas lacrimogeni contro i sostenitori del Presidente deposto Mohamed Morsi.

Un segnale preoccupante dopo la strage della settimana scorsa costata la vita a oltre 50 sostenitori dei Fratelli Musulmani caduti sotto il fuoco dei militari.

I disordini arrivano nel pieno della visita del Vice Segretario di Stato Usa William Burns al Cairo. I manifestanti pro Morsi lanciano un ultimatum:

“Se le nostre richieste non saranno ascoltate entro venerdì occuperemo l’aeroporto e le principali vie di comunicazione del Cairo” dice un militante dei Fratelli Musulmani.

“Non ce ne andremo dalle strade nemmeno se ci uccidono, resteremo fintanto che non riavremo i pieni diritti e il legittimo Presidente Morsi non sarà tornato” afferma un altro militante.

I Fratelli Musulmani avevano convocato per ieri una grande manifestazione nella capitale per denunciare un colpo di Stato e chiedere il ripristino dei poteri dell’ex Presidente.