ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Froome trionfa sul Ventoux e ipoteca il Tour

Lettura in corso:

Froome trionfa sul Ventoux e ipoteca il Tour

Dimensioni di testo Aa Aa

Chris Froome trionfa in solitaria sul Mont Ventoux e ipoteca la 100esima edizione del Tour de France. Il britannico del Team Sky impartisce un’altra lezione ad Alberto Contador, ribadendo – se mai ce ne fosse bisogno – di essere il più forte. Sul Gigante della Provenza l’ultimo ad arrendersi a Froome è il colombiano Quintana, che prima della tappa, ai microfoni di Euronews, si era mostrato fiducioso:

“Sarà una giornata lunga, la tappa è di 242 chilometri, spero di arrivare sul Ventoux con buone gambe, poi sarà la montagna a decidere”

E Quintana, come sperato, arriva ai piedi del Ventoux con buone gambe. Lo scalatore colombiano è il primo a provare l’allungo, seguito dallo spagnolo Nieve. Più guardingo Contador, nonostante prima del via avesse dichiarato di sentirsi in forma.

“Personalmente mi sento sempre meglio – le parole dello spagnolo a Euronews -, anche se penso che oggi sarà una giornata facile per il Team Skym visto che c‘è una sola montagna da scalare al termine della tappa”.

Parole profetiche quelle dello spagnolo. Contador prova a restare in scia a Froome ma a sette chilometri dal traguardo non può nulla quando il britannico si alza sui pedali. La progressione di Froome è impressionante, la maglia gialla riprende Nieve e Quintana e a meno di due chilometri dall’arrivo si scrolla di dosso il colombiano per presentarsi da solo in cima al Ventoux.

Contador arriva con un minuto e 40 secondi di ritardo e in classifica generale scivola a oltre 4 minuti dal britannico. Resiste al secondo posto l’olandese Mollema, che conserva un margine di 11 secondi sullo spagnolo. Lunedì il Tour osserverà un giorno di riposo, la corsa ripartirà martedì con la 16esima tappa, da Vaison-la-Romaine a Gap, di 168 chilometri.