ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fratelli musulmani, preghiere e proteste nel venerdì di Ramadam

Lettura in corso:

Fratelli musulmani, preghiere e proteste nel venerdì di Ramadam

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivati in migliaia dalle province, dove i Fratelli musulmani sono ancora forti, per la preghiera del primo venerdì di Ramadam. I sostenitori di Morsi, però, hanno scelto di recarsi nelle moschee de Il Cairo disertando le strade dove regna una strana quiete. Quiete, che però, non cancella le violenze dell’ultima settimana dopo le quali si contano 90 morti.

“Chiunque scelga di collaborare con chi ha guidato il colpo di stato è un traditore della rivoluzione” Safwat Hegazi dei Fratelli musulmani non lascia spazio a incertezze “Non riconosciamo questo governo:qualunque partito lo sosterrà è un alleato dei golpisti, che preferisci i traditori alla rivoluzione”.

Nonostante la protesta dei fratelli musulmani, prende forma il governo di transizione. Dopo la nomina a premier di Hazem Beblaoui, è stato nominato come suo vice l’avvocato socialdemocratico Ziad Bahaa El Dine. Lunedì dovrebbero essere nominati anche i nuovi ministri .