ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una fine del mondo tutta da ridere. Il nuovo film di Edgar Wright

Lettura in corso:

Una fine del mondo tutta da ridere. Il nuovo film di Edgar Wright

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo ‘L’alba dei morti viventi’ e ‘Hot fuzz’, esce l’ultima parte della cosiddetta ‘trilogia del cornetto’ e il totolo non poteva essere che definitivo: ‘La fine del mondo’. Gli autori, sempre Edgar Wright e Simon Pegg, gli interpreti principali, lo stesso Pegg e Nick Frost.

Questa la trama: cinque amici si ritrovano dopo vent’anni per un tour nei pub della loro giovinezza. Vogliono concludere il giro in un leggendario locale che si chiama ‘Fine del mondo’, ma nel corso di questa epica notte scoprono che c‘è una lotta in corso per la sopravvivenza del genere umano e l’ingresso nel pub diventa l’ultima delle loro preoccupazioni. Dice il regista:

“Diciamo che questi cinque amici si sentono un po’ alienati – un gioco di parole ben scelto – e dopo aver a lungo desiderato di rivivere le notti selvagge della loro adolescenza, si ritrovano a trascorrere una notte sì selvaggia, ma di tutt’altro tipo”.

Sean Pegg non è nuovo alla fantascienza in quanto ha già recitato nei due film della saga Star treck. Questa volta, ovviamente, il registro è del tutto diverso, gli alieni sono cattivi, ma questa è fantascienza tutta da ridere. Ciò non vuol dire che il personaggio di Gary sia stato facile da interpretare:

“Ci ho messo sette mesi a prepararmi. Gary è uno di quei nerboruti alcolizzati, che ti domandi come possano sopravvivere, un vecchio rockettaro alla Iggy pop, con una forza soprendente nello sguardo, malgrado tutto quello che si spara nel corpo”.

La commedia esce in Italia a fine settembre.