ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lussemburgo: il premier dimissionario Juncker è pronto a ricandidarsi alle elezioni anticipate

Lettura in corso:

Lussemburgo: il premier dimissionario Juncker è pronto a ricandidarsi alle elezioni anticipate

Dimensioni di testo Aa Aa

Travolto da un scandalo sull’intercettazioni, il premier lussemburghese Jean-Claude Juncker lascia il proprio incarico. Oggi Juncker rimetterà ufficialmente il mandato nelle mani del granduca del Lussemburgo, il capo di Stato.

La decisione arriva dopo che oltre all’opposizione, anche i suoi alleati socialisti si sono detti pronti a togliere il sostegno all’esecutivo.

“Non sono immune dal commettere errori – ha dichiarato Jean-Claude Juncker – Ne ho commessi, ma erano minimi. Ne ho risposto davanti al parlamento che non ha accettato le mie obiezioni. Quindi non resta nessun’altra strada che quella di organizzare elezioni anticipate”.

Juncker è pronto a ricandidarsi. La nuova consultazione potrebbe svolgersi il prossimo ottobre.

“Il partito democratico – ha dichiarato Claude Meisch, PD – ha chiesto quattro settimane fa all’attuale governo di dimettersi e lasciare il posto ad un nuovo esecutivo da eleggere attraverso nuove elezioni. Il Lussemburgo ha molti problemi e come vediamo il governo è molto occupato da tutti questi scandali”.

Juncker formalmente a capo dell’intelligence viene ritenuto responsabile per le migliaia di intercettazioni illegali eseguite da una sorta di “polizia segreta”.

“Jean-Claude Juncker era il più longevo primo ministro d’ Europa, ha governato il suo paese dal 1995. Il voto del parlamento non significa la fine automatica della sua carriera politica, visto che sarà in lizza alle prossime elezioni anticipate. Da Lussemburgo, Sandor Zsiros per euronews”.