ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Lussemburgo: elezioni in ottobre, Juncker pronto a ricandidarsi


Lussemburgo

Lussemburgo: elezioni in ottobre, Juncker pronto a ricandidarsi

Lussemburgo al voto anticipato in ottobre e Jean-Claude Juncker non intende farsi da parte.

Il premier ha chiesto al Gran Duca Henri di sciogliere il Parlamento, dopo l’uscita dalla maggioranza dei social-democratici. Il capo dello Stato ha preso tempo per condurre le consultazioni.

“Non dirò a nessuno quello che ho detto al Gran Duca – ha spiegato Juncker ai giornalisti che lo attendevano dopo l’incontro con il capo dello Stato – Si è trattato di un colloquio privato e io rispetto le regole.

È stata fissata una data per le elezioni? “La decisione spetta al Gran Duca”, ha spiegato il premier.

La sua carriera politica finisce qui o ha intenzione di ricandidarsi? “Il mio partito si riunisce oggi – ha aggiunto – domani ne sapremo di più.

Lei ha voglia continuare? “Molta”, ha concluso Juncker.

Il premier dimissionario è accusato di gravi responsabilità nella gestione dei servizi segreti. È la prima volta dal dopo guerra che in Lussemburgo cade un governo.

“È un’idiozia – sostiene un abitante di Lussemburgo – Non riesco a capire perché un governo debba cadere a causa di uno scandalo che tutti conoscono. Juncker è stato un buon primo ministro per 18 anni. Ha fatto un buon lavoro. E ora si è dimesso per una stupidaggine”.

La stampa è certa che Juncker resterà alla guida dei Cristiano sociali. Sul sito del partito – al potere dal 1944 – il messaggio è chiaro: “tutti insieme col premier”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Ritrovato il biscotto d'oro della Bahlsen dopo "misterioso" furto