ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto a corto di grano, la Fao preoccupata per la sicurezza alimentare

Lettura in corso:

Egitto a corto di grano, la Fao preoccupata per la sicurezza alimentare

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto attende un nuovo governo e le manifestazioni del primo venerdì di Ramadan. Mentre il primo ministro incaricato Hazem Beblawi non esclude l’ingresso nell’esecutivo di esponenti dei Fratelli Musulmani e mentre anti e pro-Mursi annunciano mobilitazioni per domani, arrivano cifre preoccupanti sulle scorte alimentari del Paese.

Le riserve di grano importato sono sufficienti solo per altri due mesi, secondo un ex ministro del governo destituito. Si tratta di 500 mila tonnellate cui vanno aggiunti altri tre milioni di tonnellate coltivati nel Paese.
Nel suo rapporto trimestrale, la FAO ha avvertito che l’Egitto rischia gravi problemi di sicurezza alimentare. Primo importatore di grano al mondo, da febbraio il Paese ha sospeso gli acquisti.

Due anni e mezzo di crisi politica hanno allontanato investitori e turisti, facendo diminuire le riserve di valuta con un impatto sulle importazioni di cibo e combustibile. I Paesi del Golfo sono intervenuti con un pacchetto di aiuti da 12 miliardi di dollari per le casse dello Stato egiziano.