ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, quando la politica non intacca l'economia

Lettura in corso:

Turchia, quando la politica non intacca l'economia

Dimensioni di testo Aa Aa

Esiste un effetto Gezi Park in grado d’intaccare la florida economia turca? Da Bruxelles dove si è tenuta la conferenza Turkish Insight organizzata dal Centro per le Politiche europee il ministro delle finanze turco Mehmet Simsek assicura di no.

“Si deve notare che le contestazioni di Gezi Park sono avvenute nello stesso momento in cui la Federal Reserve provava a normalizzare la sua politica monetaria“afferma il Ministro turco Mehment Simsek “La borsa ha avuto alti e bassi, ma gli impatti sull’economia reale saranno quasi impercettibili”.

Dopo quasi un mese di violente rivolte, nel corso delle quali 5 persone hanno perso la vita, a Istanbul così come nelle altre città interessate dagli scontri, la protesta é calata d’intensità,ma non si è estinta del tutto. “Tutte le democrazie possono vivere momenti di contestazione” ammette Simsek “le abbiamo viste già nel Regno Unito, negli Stati Uniti o in Francia. In Turchia, però, c‘è stata una vera campagna di disinformazione mediatica con effetti sulla reputazione del paese”.

Nonostante la decisione della corte amministrativa d’Istanbul che ha bloccato ogni progetto edilizio previsto, Gezi Park rimane un luogo di protesta. Insieme ai fiori e ai nuovi alberi piantati dal comune, sono tornati anche piccoli gruppi di manifestanti e con loro gli idranti e i poliziotti.