ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: Mosca accusa i ribelli per l'uso di gas nervino

Lettura in corso:

Siria: Mosca accusa i ribelli per l'uso di gas nervino

Dimensioni di testo Aa Aa

In Siria i ribelli hanno utilizzato nei combattimenti armi chimiche. L’accusa arriva da Mosca in un documento di 80 pagine presentato all’Onu. Lo scorso 19 marzo, secondo i russi, durante un attacco al nord di Aleppo, a Khan al-Assal, la guerriglia siriana ha fatto uso di gas nervino. 26 persone sono morte, di cui 16 soldati. Mosca sostiene di avere le prove dopo aver compiuto analisi su alcuni proiettili.

“Seguiamo il caso con molta attenzione – ha dichiarato l’ambasciatore russo all’Onu, Vitaly Churkin – e pensiamo che non debbano essere usate armi chimiche né in Siria né in qualsiasi altro luogo. Se c‘è il sospetto che avvenga, bisogna indagare. Per questo siamo delusi che non sia stata avviata un’inchiesta sul caso del 19 marzo”.

Damasco ha chiesto a piú riprese all’Onu di indagare sull’uso di armi chimiche da parte della guerriglia. Ma insiste che la missione si concentri sull’attacco di Aleppo, respingendo le accuse che coinvolgono lo stesso esercito siriano.