ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Osram, esordio in borsa dopo lo scorporo da Siemens

Lettura in corso:

Osram, esordio in borsa dopo lo scorporo da Siemens

Dimensioni di testo Aa Aa

Quando si dice “prendere il toro per le corna”. Non ci sta ad arrendersi Osram, il gigante tedesco dell’illuminazione.

Come in una sorta di corrida, i suoi manager si fanno fotografare a fianco del possente animale di metallo che decora la piazza davanti alla borsa di Francoforte.

L’azienda sta ancora pagando pegno per aver preso in ritardo il treno dei LED, le lampadine a consumi ridotti che hanno rimpiazzato quelle tradizionali.

Questo lunedì, dopo lo scorporo da Siemens (che terrà per sé solo il 70%), ha esordito sui listini azionari tedeschi. Prezzo di collocamento: 24 euro.

Un primo passo verso il rilancio, per il numero uno Dehen: “Basta pensarci – afferma – è un mercato enorme: le lampade a Led vedranno un’accelerazione della crescita del 20% nei prossimi 10 anni, per cui c‘è un grande potenziale anche per noi. Siamo nel mercato Led da 40 anni, siamo sempre stati un’azienda leader di mercato e continueremo ad esserlo”.

Meno entusiastica la reazione dei mercati: il prezzo è sceso leggermente dopo l’inizio delle contrattazioni, portando il valore totale dell’azienda sotto i 2,5 miliardi di euro iniziali.

Ma per gli azionisti Siemens, che hanno ricevuto un’azione Osram per ogni dieci titoli detenuti, il guadagno c‘è comunque stato. E adesso ognuno per la sua strada.