ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Murray non si accontenta: "Wimbledon, il mio trampolino di lancio"

Lettura in corso:

Murray non si accontenta: "Wimbledon, il mio trampolino di lancio"

Dimensioni di testo Aa Aa

Settantasette anni dopo il terzo e ultimo trionfo di Fred Perry, la Gran Bretagna si è svegliata ubriaca di gioia per la vittoria di Andy Murray a Wimbledon. Londra celebra il suo eroe, che presto sarà nominato “Sir” e che con il Championship di domenica ha conquistato il secondo Slam della carriera dopo gli Us Open del 2012. Lo scozzese ha inoltre cancellato la finale persa lo scorso anno contro Roger Federer.

“L’anno passato non sapevo cosa significava vincere uno slam, l’ho scoperto a settembre con l’Us Open – ha spiegato Murray -. Adesso sto realizzando tutto il lavoro che ho fatto, gli allenamenti, le ore passate sul campo. Spero che questo sia solo un trampolino di lancio per la mia carriera”.

Murray, che nonostante il successo al Championship resta numero 2 del ranking mondiale alle spalle di Djokovic, si è assicurato il montepremi di circa due milioni di euro. Anche se avere una statua tutta sua, come il predecessore Fred Perry, è un obiettivo ancora lontano.