ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Draghi: Portogallo, servono nuove riforme

Lettura in corso:

Draghi: Portogallo, servono nuove riforme

Dimensioni di testo Aa Aa

Siamo consapevoli del disagio sociale causato dal consolidamento di bilancio. Mario Draghi, in qualità di presidente del Comitato europeo per il rischio sistemico, parla davanti al parlamento di Bruxelles.

Le proteste di strada hanno senza dubbio segnato i limiti delle politiche austerity. Ma il messaggio diretto a Lisbona è il seguente: non bisogna abbandonare l’obiettivo, bensì cambiare approccio.

“Non bisogna disfare il progresso che vari Paesi, e il Portogallo in particolare, hanno fatto in termini di consolidamento di bilancio”, ha detto Draghi. “Ma rendere tale consolidamento più ‘pro-crescita’: abbassare le tasse, abbassare le spese e fare riforme strutturali. Sappiamo infatti che il consolidamento di bilancio era, ed è, ancora inevitabile”.

Il rischio sistemico, per tutta l’Europa, è quello di una recessione prolungata, ha aggiunto Draghi. Confermando quanto già garantito all’ultimo vertice di politica monetaria della Banca centrale europea: i tassi d’interesse rimarranno bassi “a lungo”.