ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Snowden: la Bolivia convoca ambasciatori europei

Lettura in corso:

Caso Snowden: la Bolivia convoca ambasciatori europei

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la Bolivia ora è il momento di chiedere spiegazioni e il primo a chiederle è il suo popolo, che ha protestato di fronte all’ambasciata americana di La Paz.

Sì perchè quanto accaduto la scorsa settimana all’aereo su cui viaggiava il presidente Evo Morales decollato da Mosca e costretto ad atterrare a Vienna col sospetto che proprio su quell’aereo fosse stata imbarcata la talpa del Datagate, Edward Snowden, alla Bolivia non è andato giù.

Le spiegazioni le chiede soprattutto il Governo: “Vogliamo che ci venga chiarito perchè gli Stati Uniti hanno dato l’ordine di vietare all’aereo presidenziale di sorvolare i cieli europei con la falsa motivazione che l’aereo stesse trasportando il signor Snowden”, ha detto il ministro delle Comunicazioni Amanda Davila.

L’appello è rivolto agli ambasciatori di Francia, Portogallo, Spagna e Italia, convocati dal ministero boliviano degli Esteri per esprimere la protesta ma anche per chiarire da dove provenisse l’informazione.

Intanto per il giovane ex agente della Cia, da 16 giorni bloccato nel limbo dell’aeroporto di Mosca, nonostante le offerte di asilo arrivate da alcuni paesi del Centro e del Sud America, le speranze di fuga sembrano sempre più affievolirsi.