ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Egitto è scontro tra le due anime del Paese, interviene l'esercito

Lettura in corso:

In Egitto è scontro tra le due anime del Paese, interviene l'esercito

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella battaglia tra l’Egitto laico e i Fratelli musulmani, interviene l’esercito. Sono oltre 30 le vittime e oltre 400 i feriti in tutto il Paese nel Venerdì del rifiuto indetto dalla coalizione islamica due giorni dopo la destituzione del Presidente Mohammed Morsi, ancora agli arresti.

Violenti scontri ad Alessandria, con colpi di arma da fuoco fra le due fazioni in lotta. 12 i morti nella seconda città dell’Egitto.

Al Cairo, i militari, terza anima del Paese e artefici del colpo di Stato, hanno schierato i blindati per mettere fine alle violenze scoppiate per il controllo dei ponti che conducono a piazza Tahrir che resta nelle mani degli anti-Morsi.

La giornata di caos è stata segnata anche dallo scioglimento del Parlamento da parte del Presidente ad interim, Adly Mansour e dall’arresto per ‘‘incitazione alla violenza’‘ del numero due della Fratellanza, Khairat El-Shater.

La rabbia dei gruppi islamici esplode anche lontano dalla capitale. Uomini armati hanno attaccato il governatorato del Nord del Sinai, uccidendo 5 agenti di polizia. Gli assalitori pro-Morsi hanno issato la bandiera islamista.