ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al Cairo esplode la rabbia islamica "la mobilitazione prosegue"

Lettura in corso:

Al Cairo esplode la rabbia islamica "la mobilitazione prosegue"

Dimensioni di testo Aa Aa

Al termine di un venerdì di sangue, gli islamisti annunciano che proseguirà la mobilitazione in Egitto.

Al Cairo è stata battaglia per la conquista di piazza Tahrir. I Fratelli musulmani hanno cercato di raggiungere il luogo simbolo della rivoluzione, scatenando le violenze nei pressi della tv di Stato dove sono stati affrontati dagli oppositori del Presidente deposto. Solo l’arrivo dei blindati dell’esercito ha permesso di dividere i gruppi.

“Sono arrivati dal ponte 6 ottobre. Ci hanno aggrediti e sparato addosso – racconta un manifesante anti-Morsi – Noi dimostravamo pacificamente. Questo è il vero volto dei Fratelli musulmani, guardate questi proiettili”.

La battaglia del Cairo, con lanci di molotov e pietre, non ha placato l’ira islamica. Il Paese, diviso in due enormi fazioni, si prepara a una nuova giornata di rabbia.

“Il corteo dei Fratelli musulmani è arrivato nel cuore della capitale, a poche centinaia di metri da piazza Tahrir e dai manifestanti anti-Morsi – conclude il corrispondente di euronews al Cairo, Mohammed Shaikhibrahim – La distanza ravvicinata è la causa dei violenti scontri”.