ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I dottorati di ricerca, opportunità o perdita di tempo?

Lettura in corso:

I dottorati di ricerca, opportunità o perdita di tempo?

Dimensioni di testo Aa Aa

La strada del proseguimento degli studi dopo aver già ottenuto una laurea, sembra quella imboccata da sempre più giovani che, soprattutto in tempi di crisi, scelgono di iscriversi ad un dottorato di ricerca o PhD invece di buttarsi sul mercato del lavoro.

La Slovacchia è uno dei paesi dell’OCSE con il più alto numero di studenti con un dottorato. Questo grazie ai finanziamenti che il governo slovacco elargisce sia agli studenti di PhD che alle università, in base al numero di iscriti ad un programma post laurea. Resta però l’incognita del tipo di occupazione che possono trovare questi studenti ultra qualificati una volta terminati i loro studi studi

Molti studenti dopo la laurea puntano ad andare a fare un PhD in università straniere. A Trieste, in Italia, il Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie, fondato oltre 25 anni fa all’interno del sistema delle Nazioni Unite, funge da punto centrale per la ricerca e la formazione degli scienziati di oltre 63 stati membri, molti dei quali sono nei paesi in via di sviluppo.

Dopo aver studiato duro per molti anni e magari passato nottate sui libri o in laboratorio, uno dei momenti più difficili però è tirare le somme, raggiunere risultati positivi e, soprattutto, discutere la propria tesi davanti ad una commissione di professori esperti che devono valutarla e validare gli sforzi degli studenti.

Link
http://en.wikipedia.org/wiki/International_Centre_for_Genetic_Engineering_and_Biotechnology