ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: Moussa "contro Morsi un impeachment popolare"

Lettura in corso:

Egitto: Moussa "contro Morsi un impeachment popolare"

Dimensioni di testo Aa Aa

La festa in Egitto continua, ma anche la rivoluzione. Il movimento dei ribelli Tamarod, ispiratore della mobilitazione che ha dato vita alla deposizione di Mohammed Morsi, ha invitato tutti a ritornare in piazza. Sarà il venerdì per proteggere i risultati della rivoluzione.

L’annuncio della caduta del Presidente ha scatenato un’euforia nemmeno paragonabile alla gioia esplosa con la fine del regime di Hosni Mubarak: “Sono qui perché sono felice per l’Egitto – dice una donna del Cairo – Ho la sensazione di aver riavuto indietro il mio Paese. I Fratelli musulmani non ci sono mai piaciuti. Questa è la prima volta in 50 anni che il mio cuore si scalda”.

I Fratelli musulmani promettono di reagire al golpe. Le forze armate escludono “misure eccezionali o arbitrarie” contro i gruppi politici, ma avvertono che ogni abuso del diritto di protesta potrebbe minacciare l’interesse nazionale.

“È stato un impeachment popolare. Il colpo di Stato non è iniziato con l’intervento dell’esercito e non è avvenuto a seguito di un incontro tra alcuni ufficiali – spiega l’ex segretario della Lega araba, Amr Moussa – No, è stata la gente ad insistere e decidere che l’Egitto non poteva permettersi un altro anno di fallimento”.

Il nuovo Presidente ad interim, Adli Mansour, ha giurato giovedì e qualche ora dopo, un soldato egiziano è stato ucciso sul Sinai da un gruppo di islamisti.