ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Egitto: sciolto il parlamento


Egitto

Egitto: sciolto il parlamento

La situazione è sempre più tesa in Egitto dopo che il presidente ad interim Mansour ha sciolto il parlamento e ha nominato un nuovo capo dei servizi segreti meno vicino al deposto sistema di potere della fratellanza musulmana. Sempre oggi ci sono state almeno tre vittime al Cairo anche se le notizie sono ovviamente frammentarie. Almeno un’altra persona sarebbe rimasta uccisa a Luxor in scontri fra cristiani copti e musulmani.

Al Cairo gli scontri più violenti vicino al quartier generale della guardia repubblicana dove gli attivisti della fratellanza musulmana sospettavano sia detenuto il deposto presidente Mohammed Morsi. Almeno tre persone sono rimaste uccise e le immagini hanno mostrato il corpo di una di loro cofreddato con un colpo alla testa.

L’esercito ha però negato di aver aperto il fuoco sui manifestanti ammettendo di aver usato solo lacrimogeni. Diversi giornalisti sul posto parlano invece dell’uso di proiettili di caucciù. Altre fonti parlano invece di scontri a fuoco fra opposte fazioni pro e anti Morsi.

In un’altra zona della capitale egiziana è in corso una manifestazione dei sostenitori di Morsi. L’esercito comunque ha circondato anche il palazzo presidenziale nel timore di azioni violente. Le forze armate hanno lanciato un appello alla pacificiazione anche se continuano gli arresti che stanno decapitando la direzione dei fratelli musulmani.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Russia: chiesti sei anni di carcere per Alexej Navalny