ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attenzione ai prodotti acquistati che "tirano le cuoia" troppo presto

Lettura in corso:

Attenzione ai prodotti acquistati che "tirano le cuoia" troppo presto

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nostro ascoltatore parigino, Damien, chiede all’esperto ospite di questa puntata: “Di quali mezzi dispone l’Europa per lottare contro l’obsolescenza programmata dei prodotti di consumo?

A rispondere è Lydie Tollemer, del Centro Europeo Consumatori:
“L’Europa, a differenza degli Stati membri, non ha messo in campo nulla di specifico per combattere contro questa pratica delle industrie, che accorciano artificialmente il ciclo vitale dei prodotti”.

“D’altra parte l’Unione Europea ha affrontato indirettamente il problema, soprattutto con la direttiva riguardante le pile e gli accumulatori, che obbliga le aziende ad installare batterie rimovibili nei telefoni cellulari, nei computer portatili e in altri prodotti elettronici in generale.

“E poi c‘è la direttiva sull’eco-design, che obbliga le aziende a fare prodotti che rispettino l’ambiente, prevedendo soprattutto la possibilità di un riutilizzo degli stessi. Infine la direttiva sui rifiuti, che dispone una gerarchia nel loro trattamento. Comincia con la prevenzione e quindi tratta il riciclo dei materiali, la produzione energetica, soprattutto con gli inceneritori, e l’eliminazione definitiva dei rifiuti”, prosegue Tollemer.

“Il Centro Europeo dei Consumatori ritiene che sia urgente agire e fare in modo che chi compra divenga veramente un ‘consum-attore’, cioè sia effettivamente informato sui prodotti che deve acquistare in maniera consapevole. Ecco perché il Centro Europeo dei Consumatori raccomanda alle aziende di indicare il ciclo vitale dei prodotti, segnalando ad esempio il numero massimo di cariche delle batterie, il numero massimo di lavaggi per una lavatrice, o i chilometri che un’auto può arrivare a percorrere”, afferma Tollemer.

“Allo stesso modo devono dare informazioni sulle possibilità di riparazione dei prodotti, e sulla disponibilità di ricambi e accessori. E infine tutti devono essere incoraggiati a riciclare i loro vecchi dispositivi”, conclude Tollemer.

Se volete porre una domanda su U-talk, fate un click su “Partecipa”.