ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: l'esercito arresta i leader dei Fratelli Musulmani

Lettura in corso:

Egitto: l'esercito arresta i leader dei Fratelli Musulmani

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la deposizione di Morsi, l’esercito egiziano procede all’epurazione dei Fratelli Musulmani, partito del presidente. Sarebbero almeno trecento gli ordini di arresto diramati contro altrettanti membri della formazione politica islamista. Le manette sono già scattate ai polsi del loro leader Saad El-Katatni, ma anche a quelli della guida spirituale della Fratellanza Mohamed Badie (nelle immagini) e del suo vice. Le accuse vanno dall’incitamento alla violenza all’oltraggio alla giustizia.

All’esterno del palazzo presidenziale, i sostenitori del partito non vogliono arrendersi al colpo di Stato compiuto dai militari. I manifestanti sostengono a gran voce quello che per loro resta il vero presidente dell’Egitto, eletto per la prima volta in modo democratico, accusano l’esercito di aver instaurato uno Stato di polizia e di volere un nuovo regime.

“Primo: hanno mentito alle persone – dice Mairam Husny, sostenitrice di Morsi – Secondo: dopo la dichiarazione hanno
chiuso tutti i canali tv islamici. Questa non è libertà. Stanno arrestando le persone senza mandato. Siamo tornati all’epoca di Mubarak”.

Resistere fino alla vittoria, gridano gli uomini della Fratellanza per le strade del Cairo. Ma il timore è che la resistenza possa trasformarsi in lotta armata.