ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: festa in piazza Tahrir dopo il giuramento di Mansour

Lettura in corso:

Egitto: festa in piazza Tahrir dopo il giuramento di Mansour

Dimensioni di testo Aa Aa

La festa in Piazza Tahrir, al Cairo, è incontenibile. L’Egitto, o almeno una parte del Paese, celebra la cacciata di Mohamed Morsi con canti e balli.
“Adesso mi sento sicura – dice una donna – Avevano rubato il mio Paese, ma adesso l’ho recuperato. L’abbiamo recuperato grazie a Dio”.

Adli Mansour, intanto, ha preso possesso del Palazzo presidenziale. In mattinata il numero uno della Corte Costituzionale aveva prestato giuramento come presidente ad interim. Un ruolo cucitogli addosso dall’esercito. Un necessario alla transizione e a nuove elezioni. Le prime parole del nuovo capo di Stato, 67 anni,magistrato di lungo corso, sono state un tentativo di riconciliazione con i Fratelli Musulmani. Poi però Mansour ha aggiunto: “Dovremmo smettere di produrre nuovi dittatori, e non venerare nessuno a parte Dio, nessun idolo, nessun feticcio e nessun presidente”.

La situazione in Egitto resta tesa. Di fatto i militari, forti di un vasto consenso popolare, hanno destituito il primo presidente eletto democraticamente, lo hanno messo in isolamento e hanno arrestato i leader dei Fratelli Musulmani. Singolare come la stessa piazza che più di due anni fa chiedeva la caduta di Hosni Mubarak ora, nel timore di una profonda islamizzazione del Paese, guardi con favore all’intervento dell’esercito.

  • Egypt’s new interim President swearing in