ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Snowden: caso diplomatico Bolivia-Usa dopo lo scalo forzato di Morales a Vienna

Lettura in corso:

Snowden: caso diplomatico Bolivia-Usa dopo lo scalo forzato di Morales a Vienna

Dimensioni di testo Aa Aa

Indignazione in America Latina per il caso Snowden-Morales. Il presidente boliviano, partito da Mosca, è stato costretto ad atterrare all’aeroporto di Vienna, per il sospetto che sull’aereo viaggiasse la gola profonda del Datagate. Questo dopo che vari Paesi europei come Francia e Portogallo hanno negato il permesso di sorvolo.

Per Vienna la presenza di Snowden è una voce infondata. Per la Bolivia è stato commesso un atto di prepotenza imperialista.

“Respingiamo categoricamente questa storia, denunciamo le menzogne, il complotto del governo statunitense, che usa alcuni governi europei con l’obiettivo di danneggiare l’immagine del governo boliviano e del presidente Evo Morales”, ha affermato il ministro della Difesa boliviano, Ruben Saavreda.

Vari alleati della Bolivia, tra cui il Venezuela, hanno espresso solidarietà a Morales e l’Unione delle Nazioni Sudamericane dovrebbe riunirsi per analizzare il caso.

Il presidente venezuelano Maduro ha detto che Snowden – che si troverebbe ancora all’aeroporto Sheremetyevo di Mosca- deve essere protetto perché ha osato dire la verità sui tentativi stantunitensi di controllare il mondo.
Il presidente statunitense Obama ha avvertito che offrirgli asilo comporterebbe gravi conseguenze.