ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri al Cairo, appelli alla pace e nuove milizie

Lettura in corso:

Scontri al Cairo, appelli alla pace e nuove milizie

Dimensioni di testo Aa Aa

“Restate calmi, no alla violenza, ma continuate a protestare”: è l’appello del Fronte Nazionale di Salvezza, movimento egiziano d’opposizione, poche ore dopo l’assalto al quartier generale dei Fratelli Musulmani, al Cairo.
Almeno otto i morti nella battaglia di fronte all’edificio, poi invaso e saccheggiato dai manifestanti.
48 i feriti.

Ora i Fratelli Musulmani dicono di volersi dotare di una milizia per l’autodifesa.

All’interno dell’edificio sono state trovate delle bottiglie: “è acido solforico, se te lo scagliano addosso causa ustioni gravissime”, spiega un manifestante.

L’assalto sarebbe avvenuto in reazione ai colpi d’arma da fuoco sparati dall’interno:

“Questi non sono uffici, questa è la fortezza dei Fratelli Musulmani. Da qui sparavano colpi d’arma da fuoco, non si poteva nemmeno passare davanti, sparavano persino sulle ambulanze”.

È durante la notte che i manifestanti avevano attaccato la sede della Confraternita con bombe molotov e sassi, mentre dall’interno, secondo i testimoni, qualcuno sparava con armi da fuoco. Il secondo assalto in mattinata: quello conclusivo, nel corso del quale sarebbe stato anche preso un ostaggio, poi accoltellato in modo grave.