ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moda uomo a Parigi: Vuitton, Van Noten, Miyaki

Lettura in corso:

Moda uomo a Parigi: Vuitton, Van Noten, Miyaki

Dimensioni di testo Aa Aa

David Beckham, invitato eccellente, a Parigi, alla presentazione della nuova collezione primavera-estate Luis Vuitton per uomo.

In passerella modelli intrisi dello spirito della west coast statunitense, fatti per lavorare, ma anche per scaldarsi al sole della California:

“Per la sera c‘è molta seta – dice lo stilista Kim Jones – soprattutto per le camicie, con fantasie che si ispirano alla bandana, ormai un’icona del design, come il damier o il monogramma”.

Dai parka color kaki alle bandane di cotone stampato, gli abiti sembrano pensati apposta per intraprendere un lungo periplo in macchina. Non mancano, per la sera, gli smoking in stile Gatsby e i kimono in seta grezza.

La forma degli abiti aderisce al corpo. Un look elegante ma abbastanza eclettico dunque, creato per soddisfare qualunque guardaroba.

La batterista Cindy Blackman Santana, moglie del chitarrista Carlos Santana, ha dettato il ritmo e l’atmosfera funky della passerella di Dries Van Noten.

La collezione primavera-estate 2014 è coperta di fiori dalle tonalità tenui. Si ispira alle stampe del XVIII e XIX secolo.

Elegante e casual, la proposta Van Noten include vestaglie di seta e sciolti pantaloni pigiama, camicie nere trasparenti, giacche ricamate in oro, ma anche pantaloni a righe militari, tessuti luccicanti stampati in digitale con fiori ricamati e pantaloncini abbinati a sandali in pelle stampata coccodrillo.

Lo stilista è un maestro dei motivi a contrasto, e questa collezione non fa eccezione:

“Per l’inverno ho fatto ricorso al cachemire. Il mio obiettivo è impreziosire l’abbigliamento, per vedere fino a che punto si può spingere l’eleganza maschile, facendo anche un grande uso della seta”

Yosuke Takahashi è il nuovo direttore artistico delle collezioni uomo della maison franco-giapponese Issey Miyake.

Per la sua prima passerella, Takahashi ha fatto ricorso alle tecniche di stampa, dal tie-dye e al batik secondo il metodo tradizionale giapponese dell’ itajime. Invece di aggiungere colore, questo metodo prevede di sbiancare parti del tessuto.

Nella tavolozza, molti rossi e blu in varie sfumature, oltre al beige sabbia. Chiara l’ispirazione etnica dei modelli.