ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Margherita Hack, la signora dell'astrofisica italiana


Sci-tech

Margherita Hack, la signora dell'astrofisica italiana

Margherita Hack è scomparsa sabato all’età di 91 anni. Fiorentina di nascita è stata la prima donna, in Italia, a dirigere un osservatorio astronomico, quello di Trieste, che ha portato alla rinomanza internazionale. L’asteroide 8558 Hack, scoperto nel 1995, porta il suo nome.

Grande personalità della scienza, ma anche impegnata in politica e nel sociale, Euronews l’ha intervistata due anni fa. Margherita Hack ha risposto alle nostre domande nel suo stile, chiaro e preciso e dimostrando una capacità rara, che spesso le grandi menti hanno, di discutere con semplicità delle tematiche più ardue, come il concetto di tempo, la struttura dell’universo o l’esistenza di Dio:

“Io sono atea, nel senso che io non credo in Dio, non credo nell’aldilà. Credo che l’anima sia il nostro cervello. Scientificamente non si può dimostrare né che Dio c‘è né che non ci sia. A me l’idea di Dio non convince, non ci credo. Preferisco credere che ci sia la materia e che la materia abbia le proprietà che osserviamo.”

“Possiamo lanciarci in una definizione del tempo?” chiede Claudio Rocco di Euronews:

“Il tempo credo lo si possa capire solo Per il fatto che tutto, tutto cambia, tutto invecchia. Si nasce, si muore. Gli esseri viventi, gli oggetti se sono nuovi, poi diventano vecchi. Anche le pietre, anche la nostra terra, nel corso dei 4 miliardi e mezzo d’età è mutata grandemente. Quindi il Tempo lo possiamo definire solo grazie al fatto che tutto cambia “.

Margherita Hack era solita dire: “Quando morirò, se incontrerò Dio gli dirò che mi sono sbagliata”.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Calcestruzzo eco-sostenibile, "lavori in corso"

futuris

Calcestruzzo eco-sostenibile, "lavori in corso"