ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia ed Eurozona, a maggio disoccupazione record

Lettura in corso:

Italia ed Eurozona, a maggio disoccupazione record

Dimensioni di testo Aa Aa

La disoccupazione in Italia è ai massimi dal 1977, l’anno in cui la Radiotelevisione italiana cominciava a trasmettere a colori. È l’ultimo desolante verdetto dei dati Istat: a maggio il tasso è salito al 12,2%, dal 12% di aprile.

Quadro non migliore è quello dipinto dai nuovi numeri dell’Eurostat: con 67 mila persone in più il totale dei senza-lavoro all’interno della zona euro è salito a oltre 19 milioni e 200 mila.

Il tasso del mese di maggio tocca così il record storico del 12,2%, in decisa impennata nel confronto con l’anno scorso.

Una piccola buona notizia si registra sul versante giovani: nel Bel Paese la percentuale di disoccupati sotto i 25 anni è scesa al 38,5%. Siamo lontani da quel 7,6% osservato in Germania, la migliore dei Paesi dell’Unione europea, ma anche dal record negativo della Grecia che a marzo toccava quasi il 60% (tre ragazzi su cinque).

Il problema sono le profonde disparità tra i Paesi della moneta unica, i quali nel frattempo hanno registrato una risalita dei prezzi al consumo. Il tasso di inflazione di giugno è risalito all’1,6%, il secondo mese di ripresa dopo aprile, quando era crollato all’1,2% scatenando i timori di un’ondata deflattiva.

L’aumento è stato trainato da alimentari, alcolici e tabacchi, scartati i quali, però, tutto lascia pensare che la tendenza al rialzo non durerà. Un’altra ragione, prevedono gli analisti, perché la Bce lasci fermi i tassi di interesse al vertice di questo giovedì.