ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Datagate: ira dell'Unione europea dopo le ultime rivelazioni. Washington assicura: "Chiariremo"

Lettura in corso:

Datagate: ira dell'Unione europea dopo le ultime rivelazioni. Washington assicura: "Chiariremo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo capitolo dello scandalo Datagate, riguardante lo spionaggio da parte degli 007 americani dei diplomatici europei, reso noto da Der Spiegel, ha fatto calare il gelo tra Europa e Stati Uniti. Tanto che si sta mettendo in dubbio l’avvio delle trattative tra le due sponde dell’Atlantico per costruire l’area di libero commercio piu’ grande del mondo.

Durissima è stata la reazione del presidente dell’Europarlamento, Martin Shulz: “Perchè, se è vero, gli Stati Uniti ci trattano come una potenza ostile? E’ necessario che le democrazie si spiino vicendevolmente? Chiederò spiegazioni all’ambasciatore statunitense”.

Erano tenute sotto controllo le sedi europee a Washington e New York, ma anche gli uffici di Bruxelles, nonché in modo massiccio Francoforte, capitale bancaria e finanziaria dell’Unione. La Germania era il Paese più spiato.

“Non è possibile – dichiara il ministro degli esteri del Lussemburgo, Jean Asselborn – che le elementari, le fondamentali libertà vengano attaccate. Credo che occorra ristabilire la fiducia ai più alti livelli tra Unione europea e Stati Uniti”

Per ora gli Stati Uniti fanno sapere che risponderanno attraverso ‘‘canali diplomatici’‘ alle richieste di chiarimento ma non ci saranno commenti pubblici sulla vicenda.