ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Negli Usa la birra si fa in casa, un giro d'affari da 9 mld

Lettura in corso:

Negli Usa la birra si fa in casa, un giro d'affari da 9 mld

Dimensioni di testo Aa Aa

Luppolo, malto, lievito e tanta resistenza. A Philadelphia si sono dati appuntamento 3.400 produttori artigianali di birra per la 35esima conferenza nazionale dei fanatici della pinta.

Una tradizione negli Stati Uniti, sponsorizzata anche dal comandante in capo. Barak Obama, infatti, non ha mai fatto mistero di prodursi da solo la sua birra, direttamente dagli uffici della Casa Bianca.

E negli ultimi anni, anche grazie alla pubblicità del presidente, il mercato è esploso:

“Tutto questo viene prodotto in casa – spiega Gina Hyndman, titolare di una rivendita per i produttori artigianali – I nostri clienti nel New Jersey trovano solo ingredienti freschi”.

Le vendite per i piccoli produttori sono quasi raddoppiate negli ultimi cinque anni: dall’equivalente di 4,3 miliardi di euro nel 2007 ai 9 nel 2012. E la previsione per il 2017 è di 14 miliardi.

“È fatta da noi – spiega Thor Cheston, un produttore di Washington – per questo puoi sentirne l’autenticità e la cura nella preparazione, altro che produzione in serie”.

“Benjamin Franklin diceva: ‘la birra è la prova che Dio ci ama’. E i presidenti americani, da George Washington a Barack Obama, hanno sempre apprezzato il business della pinta – conclude l’inviato di euronews a Philadelphia, Stefan Grobe – Una produzione che non conosce crisi, stimola l’economia e, per gli americani, è espressione di indipendenza”.