ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mandela "in condizioni critiche, ma stabili"

Lettura in corso:

Mandela "in condizioni critiche, ma stabili"

Dimensioni di testo Aa Aa

Condizioni critiche, ma stabili. Il presidente sudafricano Jacob Zuma ripete come un mantra il bollettino medico di Nelson Mandela e mostra ottimismo: “Speriamo – ha detto Zuma – che esca presto dall’ospedale”.

Il leader della lotta all’apartheid, 94 anni, ricoverato dall’8 giugno a Pretoria, continua la sua agonia attaccato a un respiratore.

“È triste per i sudafricani sapere che lui versi in condizioni così critiche – dice una giovane madre all’esterno dell’ospedale di Pretoria – Gli auguriamo tutto il meglio. Desideriamo solo che si riprenda presto”.

La sua gente raggiunge l’ospedale dalle prime ore del mattino. Canti e preghiere accompagnano Mandela nella sua ultima sfida:

“È abbastanza vecchio per morire, non capisco questo accanimento, dio ci dice di lasciarlo andare – sostiene un’altra donna – Essere attaccato ad un respiratore per così tanto tempo deve essere molto doloroso per lui”.

È arrivata in tribunale, invece, la diatriba familiare sulla sua sepoltura che vede i figli di Madiba contro uno dei nipoti. Secondo la stampa sudafricana il premio Nobel desidera essere sepolto a Qunu, il villaggio dove trascorse l’infanzia.