ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: Senato approva riforma immigrazione

Lettura in corso:

USA: Senato approva riforma immigrazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Passa lo scoglio del Senato, la nuova legge americana sull’immigrazione: ma adessa resta l’ostacolo più duro, quello della Camera.

A Washington c‘è soddisfazione per il fatto che il “sì” del Senato è stato trasversale, con quattordici repubblicani che hanno votato a favore della riforma per la regolarizzazione di circa 11 milioni di clandestini. A favore ha parlato John McCain, rappresentante repubblicano dell’Arizona:

“Si tratta di persone che volevano entrare in questo Paese solo per realizzare il sogno americano. È questo ciò che vogliono, lo scopo per il quale rischiano e anche danno la vita. Sì, hanno varcato illegalmente le nostre frontiere, e per questo sono pronti a pagare una penalità”.

La norma apre la strada verso la cittadinanza a undici milioni di persone che vivono da oltre tredici anni negli States senza documenti regolari, ma compensa l’apertura con massicci investimenti per la sicurezza dei confini, cosa che non piace alle associazioni che proteggono i migranti, oltrefrontiera:

“Sembra una posizione schizofrenica, discordante. Si offre la regolarizzazione a un determinato numero di persone che sono già negli Stati Uniti, e nello stesso tempo si militarizza la frontiera”.

La norma prevede una spesa dell’ordine di 46 milioni di dollari per costruire una nuova barriera di 3.200 km sul confine meridionale, e assumere trentamila nuovi agenti.