ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La silenziosa agonia di Mandela, tra ipotesi e interpretazioni

Lettura in corso:

La silenziosa agonia di Mandela, tra ipotesi e interpretazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre la gente continua a tributare affetto e riconoscenza davanti all’ospedale di Pretoria, è arrivata la notizia che il presidente Zuma ha annullato il suo viaggio in Mozambico, previsto per oggi. Zuma ha preso questa decisione dopo aver visitato Mandela in ospedale, mercoledi’ sera.

Prima il presidente era intervenuto in parlamento. “Resta in condizioni critiche, in ospedale”, aveva detto. “Dobbiamo tenere lui e la sua famiglia nei nostri pensieri e nelle nostre preghiere, ogni minuto”.

A Qunu, località a 700 km a sud di Johannesburg, si sono riuniti i familiari di Mandela. Qui sono sepolti i suoi congiunti. Ma non c‘è ancora accordo sulla collocazione dell’eventuale tomba. “La sua gigantesca presenza, non solo per il Sudafrica ma per il mondo, è quello che ci mancherà di piu’ se Mandela se ne andrà”, dice uno studente nigeriano intervistato a Qunu.

Intanto si fanno insistenti le voci di un Mandela tenuto in vita artificialmente dai medici. “Un miracolo puo’ accadere: lui si puo’ riprendere e tornare quello che era prima. Ma bisogna essere consapevoli che anche i miracoli hanno i loro limiti”, afferma Phathekile Holomsa, esponente parlamentare dell’ANC e presidente del Congresso dei leader tribali.