ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Portogallo: sciopero generale, il quarto in due anni


Portogallo

Portogallo: sciopero generale, il quarto in due anni

Uffici pubblici, musei, ospedali e soprattutto trasporti: il Portogallo affronta il quarto sciopero generale in due anni, contro le politiche d’austerità decise dal governo di centro-destra in ossequio alle richieste della troika.

Nel tempo, i toni si sono induriti: da una protesta contro le misure imposte in cambio di un credito salva-Stato, si è passati ai riferimenti alla rivoluzione dei garofani, che mise fine alla dittatura, nel ’74. E ora i manifestanti chiedono anche le dimissioni del governo:

“Lo sciopero generale – dice una disoccupata – non è solo per dire che vogliamo un cambio di politica. Vogliamo anche un cambio di governo, perché questo è morto, è il colpo di grazia ai giovani e al paese”.

Manifestazioni sono previste in giornata in tutti i centri principali, nei quali il traffico rischia di essere paralizzato dal contemporaneo fermo dei trasporti pubblici.
Secondo i sindacati, le politiche di rigore non sono la soluzione: il Paese è in piena recessione, la disoccupazione non cessa di aumentare e il debito pubblico ha ormai superato il 120% del PIL.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Egitto: morti e feriti a pochi giorni dalla grande protesta