ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il volto nuovo del Qatar

Lettura in corso:

Il volto nuovo del Qatar

Dimensioni di testo Aa Aa

Affabile, pragmatico con un gran senso dell’umorismo.
SuTamim Al-Thani, nuovo emiro del Qatar si ripongono molte aspettative.

Tamim Al-Thani, con i suoi 33 anni è il più giovane capo di Stato del mondo arabo.
Formazione militare nella prestigiosa accademia militare britannica di Sandhurst.

Quarto figlio dell’emiro Hamad, non era destinato al potere. A intercedere in suo favore è stata la madre, l’influente Cheikha Moza, seconda moglie dell’emiro, È così che nel 2003 Tamim Al-Thani diventa principe ereditario di uno dei Paesi più ricchi del mondo, che grazie non solo ai suoi vastissimi giacimenti di gas, ha assunto un ruolo da protagonista nella scena politica mediorientale e internazionale.

Guardando al futuro, l’emirato ha moltiplicato gli investimenti di famiglia all’estero, in particolare in Francia e in Inghilterra. Mentre in Italia il Qatar ha comprato la casa di moda Valentino.

Non ci si attendono stravolgimenti dal nuovo emiro sul campo economico.

Forte del suo potere finanziario, l’emirato ha condotto un’attiva politica diplomatica, cui è associato il giovane capo di stato.

Doha si è imposta come mediatrice in diversi conflitti mediorientali, fino a concedere l’apertura di una segreteria politica dei talibani in Qatar, in vista della ripresa di un dialogo.

L’emirato ha inoltre appoggiato le rivoluzioni arabe con un sostegno finanziario e con armi a Tunisia, Egitto, Libia e Siria.
Anche la politica del nuovo emiro dovrebbe inscriversi nel solco della continuità. Unica grande novità sarà probabilmente un nuovo premier.

Il timore è che il giovane sceicco Tamin, considerato ancora più conservatore del padre, possa dare una sterzata di tipo fondamentalista.

Ma i fondamentali sembrano solidi. Nel 2022 il Qatar organizza i mondiali di calcio e ha tutto l’interesse a preservare un immagine liberale a livello internazionale.

Il bilancio del Paese è stato deciso fino al 2016, altro elemento che lascia presagire che non ci saranno cambiamenti radicali per il futuro più prossimo.