ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Sudafrica prega per Nelson Mandela

Lettura in corso:

Il Sudafrica prega per Nelson Mandela

Dimensioni di testo Aa Aa

Rimangono critiche le condizioni di Nelson Mandela. Il leader della lotta contro l’apartheid è ricoverato all’ospedale di Pretoria dall’8 giugno scorso per un’infezione polmonare, causata dalla tubercolosi contratta durante i lunghi anni di prigionia a Robben Island. La figlia maggiore di Madiba, Makaziwe, dice che suo padre apre ancora gli occhi. Il Sudafrica prende confidenza con il dolore più grande della sua storia recente ed è inarrestabile il via vai di visite di parenti e figure istituzionali.

“È il padre della nostra nazione” dice un cittadino sudafricano. “Ecco perché voglio assicurarmi che sia ancora vivo. Se è così, allora rimane una speranza nel nostro cuore”.

“Sì preghiamo per lui” commenta una ragazza. “Da tanto tempo è il nostro modello. Ha combattuto per noi. Ci ha dato la libertà, se non fosse per lui….”

Ma non sono solo i sudafricani a rendere omaggio a Madiba. Tra i tanti che si recano davanti all’ospedale ci sono persone che arrivano da ogni parte del mondo.

“Penso che abbia toccato il cuore di ogni singolo sudafricano” afferma una turista britannica. “E anche quello di tutta la gente del mondo. Quindi è una tremenda perdita personale per tutti i sudafricani e per noi come nazione”.

Mandela riceveva assistenza medica 24 ore al giorno già prima del ricovero dell’8 giugno. Il presidente sudafricano Jacob Zuma ha dichiarato che i medici fanno del loro meglio per assicurare il recupero e il benessere di Mandela, che dovrebbe compiere 95 anni il prossimo 18 luglio.