ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: dopo il rimpasto, giuramento del nuovo governo

Lettura in corso:

Grecia: dopo il rimpasto, giuramento del nuovo governo

Dimensioni di testo Aa Aa

La Grecia ha un nuovo governo dopo il rimpasto resosi necessario per l’uscita di Sinistra democratica dall’esecutivo. Come da tradizione il giuramento è avvenuto nelle mani del presidente della Repubblica Karolos Papoulias, alla presenza dell’Arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia, Ieronymos. Diciannove i ministri, divisi equamente tra i conservatori di Nuova Democrazia e i socialisti del PASOK guidati dal primo ministro Antonis Samaras e dal vicepremier e ministro degli Esteri Evaghelos Venizelos. Obiettivo del nuovo governo: ottenere ad agosto una nuova tranche di aiuti economici dalla Troika senza però introdurre nuove misure di austerità che ancora una volta penalizzarebbero la ripresa del Paese:
“La nostra immediata priorità – ha dichiarato il premier – è tornare alla crescita prima del previsto, sconfiggere la disoccupazione, attrarre investimenti, evitare nuove misure di austerità e creare nuovi posti di lavoro per i giovani”.
Non bisogna perdere neppure un minuto, ha concluso Samaras.
Ma la strada per la Grecia non è certo in discesa.

Stamatis Giannisis, euronews: “I partner della coalizione – il primo ministro Antonis Samaras e il leader del PASOK Evaghelos Venizelos – si sono impegnati per far durare questo governo che scadrà nel giugno 2016. Per raggiungere questo obiettivo dovranno mettere da parte le loro differenze ideologiche e politiche. Lo stesso dovranno fare i loro ministri e gli esponenti dei loro partiti. Se dovessero fallire, sarà molto difficile tenere unita una coalizione tanto fragile”.