ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rubygate, 7 anni a Berlusconi: pena più alta di quella del pm

Lettura in corso:

Rubygate, 7 anni a Berlusconi: pena più alta di quella del pm

Dimensioni di testo Aa Aa

7 anni di carcere: il primo grado del processo Ruby si chiude con una condanna per Silvio Berlusconi più alta di un anno rispetto a quella richiesta dall’accusa: 5 per concussione e 1 per prostituzione minorile. Dopo 7 ore arriva la sentenza letta da Giulia Turri che presiede la quarta sezione del tribunale di Milano:

“Visti gli articoli 521 comma 1, 533 e 535 del codice di procedura penale dichiaro Silvio Berlusconi colpevole dei reati a lui ascritti, qualificato il fatto di cui al ‘capo a’ dell’imputazione come concussione per costrizione ritenuta la continuazione, lo condanna alla pena di sette anni di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali. Dichiaro l’imputato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, nonché in stato di interdizione legale durante l’espiazione della pena.”

L’aggravamento della pena è dovuto alla modifica dei magistrati di uno dei reati contestati: non più “concussione per induzione” ma il più grave “concussione per costrizione”.

L’ex premier Berlusconi è stato condannato non solo per la sua relazione con l’allora minorenne Karima el Mahroug, alias Ruby, ma anche per aver fatto pressioni sulla Questura di Milano per farla rilasciare quando nel maggio 2010 era in stato di fermo con l’accusa di furto.