ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Edward Snowden a Mosca chiede asilo politico all'Ecuador

Lettura in corso:

Edward Snowden a Mosca chiede asilo politico all'Ecuador

Dimensioni di testo Aa Aa

Pochi finora hanno visto all’aeroporto della capitale russa l’esperto informatico che ha svelato il piano di Cia ed Nsa per spiare utenti privati e aziende sul web.

Dopo aver lasciato Hong Kong, anche per sfuggire alle richieste di estradizione degli Stati Uniti, l’uomo, aiutato da attivisti di Wikileaks, ha preso un aereo per Mosca. Questa però non era la sua destinazione finale.

Snowden aveva già riservato un posto su di un volo per il Venezuela. Un volo Areoflot che avrebbe fatto scalo a Cuba. Caracas o l’Havana erano considerate le destinazioni finali per il fuggitivo. A Mosca i passeggeri sono stati fatti sbarcare sulla pista con degli autobus, una maniera per tenere Snowden nascosto.

Ad accogliere l’uomo c’era anche proprio l’ambasciatore dell’Ecuador, paese la cui ambasciata a Londra già ospita un altro ricercato dagli americani per crimini informatici: il leader di Wikileaks Assange. Su Twitter il ministro degli esteri di Quito ha confermato la richiesta di Snowden.


Negli Stati Uniti l’uomo rischia l’ergastolo per spionaggio per aver svelato i piani Usa che spiava non solo privati cittadini, ma avrebbe anche messo sotto controllo aziende e compagnie telefoniche cinesi o provider come Skype.