ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Ruby: oggi sentenza. Chiesti sei anni contro Berlusconi

Lettura in corso:

Caso Ruby: oggi sentenza. Chiesti sei anni contro Berlusconi

Dimensioni di testo Aa Aa

Arriva questo lunedì il verdetto sul caso Ruby e le notti di Arcore. Dopo 27 mesi di processo e 50 udienze, il tribunale di Milano deciderà se Silvio Berlusconi sapeva che la giovanissima marocchina, Karima el Mahroug, era minorenne.

Per il Cavaliere i pm hanno chiesto sei anni di condanna, senza attenuanti e con l’interdizione dai pubblici uffici. I reati contestati sono concussione e prostituzione minorile.

Dalle dichiarazioni dei testimoni e dalle intercettazioni emerge che Karima avrebbe fatto sesso, in cambio di denaro e altre utilità, con l’ex capo del Governo. Questi avrebbe chiamato in Questura proprio per evitare che la storia venisse a galla.

“Anche se le richieste venissero accolte, questo non dovrebbe avere una ricaduta sulla tenuta del governo dove Pdl e Pd sono alleati” afferma un esperto, “siamo solo al primo grado e Dio solo sa quando si arriverà a sentenza definitiva in cassazione”.

Berlusconi si è difeso accusando i giudici di parzialità, ma il processo calamita comunque l’attenzione dei media di tutto il mondo.

Pesanti comunque le ricadute politiche dei guai giudiziari di Berlusconi. Il Pdl ha minacciato dimissioni di massa in caso di condanna. Comunque una nuova forma di pressione sull’esecutivo Letta che potrebbe portare ad elezioni in ottobre. Nelle prossime settimane sono attese altre sentenze che riguardano Berlusconi come quella della Cassazione, chiamata a confermare o meno il pronunciamento per cui la Fininvest ha dovuto pagare 564 milioni di euro alla CIR di De Benedetti, nell’ambito del procedimento Mondadori.

Ma soprattutto, il 9 luglio è stata calendarizzata su proposta del movimento 5 stelle la seduta della Giunta delle Elezioni e delle Immunità Parlamentari, per decidere l’ineleggibilità del cavaliere.