ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lezioni di educazione ai parigini

Lettura in corso:

Lezioni di educazione ai parigini

Dimensioni di testo Aa Aa

I parigini sono snob, non parlano che il francese, non sono troppo disponibili ad aiutare il povero turista smarritosi nella “Ville lumière”. Quante volte abbiamo sentito queste lamentele, ormai divenute dei cliché.

Ecco, dunque, la Camera di Commercio di Parigi e il Comitato regionale del Turismo correre ai ripari, davanti alla concorrenza di capitali più “friendly” con i vacanzieri.

Hanno distribuito a taxisti, albergatori e addetti del settore un vademecum, il cui titolo è già tutto un programma: “Do you speak Touriste?”. Un libretto di sei pagine che debutta con i saluti in otto lingue e prosegue con una serie di consigli sui visitatori a seconda del Paese di provenienza.

Tra le raccomandazioni: date la mano agli italiani, salutate i cinesi nella loro lingua, rassicurate gli americani sui prezzi e non trattate i connazionali francesi come dei turisti… Lo detestano.